Martedì 21 giugno - ore 10.00 - 13.00 (accesso per gli ospiti dalle ore 9.30)
Sala Zuccari Palazzo Giustiniani (Via della Dogana Vecchia 29, Roma)

PENSARE CON LE MANI. MANIFESTO DEL LAVORO BUONO

Domande sul lavoro, domande sulla formazione adeguata al lavoro, domande su quali mestieri sono attuali e richiesti … quesiti da cui partire per favorire l’occupazione e la crescita dell’Italia. Punti interrogativi da chiarire se si vuole andare oltre al mismatch e raggiungere un’occupazione piena e qualificata.

CNOS-FAP (Centro Nazionale Opere Salesiane – Formazione Aggiornamento Professionale) in collaborazione con Elis ha colto con grande interesse la proposta della Senatrice Paola Binetti ad affrontare in modo approfondito e concreto l’argomento nella sede di rappresentanza del Senato di Palazzo Giustiniani il 21 giugno (programma). 

Pensare con le mani fa eco alla famosa espressione di Don Bosco “l’intelligenza nelle mani” con cui si dava centralità e valore alle attività artigianali e ai mestieri.
In 150 anni il lavoro si è evoluto, ma la manualità è ancora centrale, basti pensare alle tre F dell’eccellenza del Made in Italy: Food, Fashion, Factory che richiedono persone la cui competenza è espressa nella maestria manuale.

All’incontro sono intervenuti oltre alla Senatrice Paola Binetti, il Direttore Generale CNOS-FAP Fabrizio Bonalume e il Direttore Generale di Elis Pierluigi Bartolomei. Nel dibattito è stato presentato il Manifesto scritto dal prof. Dario Nicoli Pensare con le mani

Hanno partecipato al dibattito rappresentanti del mondo dell’impresa - l’AD di Autostrade per l’Italia Roberto Tomasi, l’Amministratore Unico Sielte S.p.A. Salvatore Turrisi, Valentina Losa di G.D.E. Bertoni S.r.l. e Mariacristina Gribaudi CEO di Keyline S.p.A.- nonché il pofessor Giorgio Vittadini.

Hanno partecipato Andrea Orlando, Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Patrizio Bianchi, Ministro dell'Istruzione.